I corsi per diventare Agente Immobiliare

corso per diventare agente immobiliare

corso per diventare agente immobiliareSi diventa Agente Immobiliare, diventando anche “mediatore”, assumendo così il carattere e la responsabilità di quelle specifiche di etica morale e professionale, necessarie per svolgere questa interessantissima professione. La legge 57/2001, ha stabilito modifiche alla legge 39/1989 che ha disciplinato dettagliatamente tutti gli aspetti riguardanti l’istituzione di un nuovo Ruolo, che prende il nome di Ruolo degli Agenti di Affari in mediazione. Il Ruolo ad oggi tenuto presso tutte le Camere di Commercio di tutte le Provincie italiane è diviso in 4 sezioni ben distinte e comprende anche gli Agenti Immobiliari, sezione che accoglie tutti coloro che operano come mediatore nel settore sia professionalmente che occasionalmente.

Requisiti personali e morali per diventare Agente Immobiliare

Requisiti personali

  • essere cittadini italiani o europei o comunque avere la residenza in Italia
  • godere dei diritti civili
  • risiedere nella provincia della Camera di Commercio in cui si chiede l’iscrizione
  • obbligatorio essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di secondo grado e di qualsiasi indirizzo

Requisiti morali

  • non essere interdetto, inabilitato, fallito, condannato per delitti contro la P.A, l’economia pubblica, l’industria e il commercio, ovvero per i delitti di omicidio volontario, furto, rapina, estrosione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro reato per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni e nel massimo a cinque anni;
  • non essere stato sottoposto a normative antimafia;
  • non essere assoggettato a sanzioni amministrative accessorie di cui all’art. 5 della legge 507/1999.

La verifica dei procedimenti penali può essere accelerata mostrando il certificato penale del Casellario Giudiziale che le Camere di Commercio richiedono alle competenti Procure. Di fatto oggi con l’autocertificazione il dichiarante si assume la responsabilità di dichiarare i propri requisiti morali. Sarà poi compito delle Camere di Commercio,effettuare i successivi controlli.

Requisiti professionali

Per diventare un agente immobiliare specializzato, è necessario aver frequentato un corso di formazione di preparazione e aver superato un esame camerale in relazione al ramo di mediazione scelto. Le modalità degli esami sono previste ed indicate nel DM. 300 del 21/02/1990, il quale ha previsto due prove scritte ed una prova orale. Le prove scritte per diventare agente immobiliare vertono su materie giuridiche e su materie tecniche, e a esse si aggiunge la prova orale. Al superamento dell’esame, verrà consegnato il patentino da Agente Immobiliare con relativo numero di iscrizione.

Con l’entrata in vigore del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico sono previste nuove modalità d’iscrizione al Registro delle Imprese e al REA per gli Agenti d’Affari in Mediazione che devono avviare una nuova attività: il Decreto prevede inoltre la definitiva soppressione dei relativi Ruoli (ora sostituiti dal Registro Imprese), l’individuazione di nuove modalità di trasferimento dei soggetti già iscritti all’ex ruolo, nonché la libera prestazione di servizi da parte di imprese comunitarie.Oggi per esercitare la professione su tutto il territorio nazionale è necessario essere iscritti al Registro degli Agenti di Affari in Mediazione tenuto presso la Camera di Commercio.

Per iniziare ad operare è necessario aprire la Partita IVA, oggi con una comunicazione facilitata detta SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività) è possibile iniziare l’attività immediatamente dopo la comunicazione.

Arriva Allianz Talent Program

allianz talent program 2015

allianz talent program 2015Allianz Talent Program è l’opportunità che Allianz rivolge a tutti gli studenti e neolaureati che hanno voglia di mettersi in gioco dimostrando la loro bravura, tutta la loro preparazione e tutto il loro talento nel poter svolgere una professione altamente interessante. Si rivolge a coloro che possono vantare un brillante percorso di studi e una buona conoscenza dell’inglese. Ai giovani pieni di motivazione che aspirano a lavorare in  team, pronti a raccogliere nuove sfide. Le offerte Allianz sono rivolte ad entrambi i sessi ai sensi della legge 903/77. Inizialmente pensato per i talenti interni alla compagnia, dal 2004 questo programma di sviluppo è stato organizzato per i neolaureati che dimostrano le capacità e i valori necessari per lavorare in un ambiente dinamico e innovativo. In particolare, dal 2008 i giovani selezionati hanno la possibilità di frequentare il Master in Insurance and Risk Management del MIB School of Management, un corso prevalentemente e-learning accreditato ASFOR e finanziato dalla Compagnia.

Selezioni Allianz Talent Program

I giovani, di entrambi i sessi, che vogliono entrare a far parte di Allianz con l‘Allianz Talent Program, avranno accesso ad un Graduate Program esclusivo che comprende un Corporate Master in Insurance and Risk Management della durata di 2 anni accreditato ASFOR finanziato da Allianz con un contemporaneo stage di 12 mesi in azienda e, a seguire, l‘assunzione a tempo indeterminato.

Il percorso di selezione prevede:

  • colloquio individuale
  • partecipazione all’Allianz Complexity Game

I primi 50 giovani neolaureati che supereranno positivamente la valutazione individuale potranno partecipare all’Allianz Complexity Game, che si terrà a Milano in due edizioni: 16-17 settembre e 24-25 settembre 2015.

Allianz Complexity Game consiste in una simulazione in lingua inglese di due giornate, in cui i partecipanti giocheranno in squadre per dimostrare le loro abilità: capacità di lavorare in team,flessibilità, problem solving, innovazione e intraprendenza.

Vince chi avrà realizzato la miglior combinazione fra risultati di business e comportamenti coerenti con i valori di Allianz.

“Nel Complexity Game -ha spiegato Laura Pavani, Responsabile Talent Management nel comunicato ufficiale del gruppoutilizziamo lo stesso modello dell’assessment center di Allianz Italia, per valutare il potenziale dei dipendenti, che si basa su quattro fattori fra loro correlati: agilità nell’affrontare e risolvere i problemi in condizioni di incertezza, agilità nel raggiungere risultati, capacità di far fronte a una situazione di cambiamento e infine capacità di sviluppare una visione realistica di sé, apertura alle diversità individuali e lavoro di gruppo. Quanto più si dimostrano tali abilità, tanto maggiore è il potenziale a disposizione della persona. Vincerà il Complexity Game chi avrà realizzato la miglior combinazione fra il risultato del business e i comportamenti adottati durante la sfida. L’esito positivo della prova è la partecipazione all’Allianz Talent Program, ovvero l’iscrizione al Master e l’inserimento in stage e poi a tempo indeterminato nella nostra azienda.”
Soddisfatto anche Stefano Fantini, titolare dell’agenzia Allianz Cesena Fantini: “Orgogliosi di appartenere ad un grande gruppo che punta ai giovani, all’innovazione e alla meritocrazia, merce rara nel Belpaese”.

Quando partecipare:

Il Game si terrà in due edizioni a Milano:

  • 16-17 settembre 2015
  • 24-25 settembre 2015

Per partecipare alle selezioni e candidarsi, occorre compilare il form entro il 22 luglio.

Caratteristiche richieste:

  • Brillanti neo laureate/i con laurea specialistica in Economia, Ingegneria gestionale, Ingegneria Informatica, Giurisprudenza, Scienze Statistiche Economiche ed Attuariali, Matematica;
  • Buona conoscenza della lingua inglese.

Sede di inserimento: Milano/Trieste

Numeri e prospettive

In dieci anni sono stati assunti 700 giovani, tra i quali più di 200 entrati con il Talent Program. Allianz Italia riceve mediamente in un anno più di 12 mila nuovi curriculum che si traducono in circa 600 colloqui annui. Il percorso di selezione del Talent Program si sviluppa in più fasi di valutazione e i giovani che arrivano a essere protagonisti del programma sono circa una ventina per ciascuna edizione. Recentemente, Allianz Italia è stata premiata da Universum, ente internazionale che misura l’Employer branding, attestandosi tra le migliori aziende italiane nella graduatoria delle “Top 100 Ideal Employer 2015” per la capacità di attrarre i giovani neolaureati.