Pop Art: La corrente artistica “popolare”

La Pop Art, la tecnica ed i principali esponenti.


Che cos’è la Pop Art

La Pop Art è una corrente artistica nata tra gli anni ’50 e ’60 tra l’America e l’Europa. Per la realizzazione dei dipinti vengono utilizzati colori acrilici, come gli eccellenti e richiestissimi Acrilici Maimeri, che hanno il vantaggio di essere brillanti ed asciugare in maniera estremamente rapida.

Pop Art è l’abbreviazione del termine inglese Popular art. Ma, al contrario di quello che potrebbe sembrare, il termine popular non è in senso negativo.

Il suo significato è proprio letterale: infatti gli artisti che seguono questa corrente rappresentano nelle loro opere, realizzate soprattutto con colori acrilici di qualità come gli Acrilici Maimeri, le espressioni della vita quotidiana – e dunque popolare – delle persone comuni.

Ma questa corrente non si limita a questo: i maggiori esponenti, tra l’altro molto famosi ed apprezzati in tutto il mondo, dipingono “cartelloni pubblicitari”, fumetti, e tra le loro opere figurano non solo quadri ma anche bellissime sculture.

Pop Art: Andy Warhol.

Il nome Andy Warhol ti dice qualcosa?

Probabilmente sì. Warhol fu infatti il maggior esponente della Pop Art, e si occupò di pittura, scultura e cinema. Questo artista poliedrico statunitense, il cui nome reale era Andrew Warhola Jr., nacque nel 1928 e morì nel 1987.

Durante la sua vita realizzò tantissime opere d’arte, tra cui i famosi dipinti in stile appunto Pop Art che rappresentano Marilyn Monroe e Che Guevara.

I suoi dipinti sono caratterizzati da colori vividi, e spesso riproduceva la stessa immagine o lo stesso volto alternando i colori.

pop art acrilici maimeri

Per quanto riguarda la scultura, Andy Warhol realizzò tantissime opere che riprendevano soprattutto i suoi dipinti.

Dal 1963 in poi si interessò al cinema: il pittore e scultore allargò dunque la sua professione a quella di attore, regista cinematografico, direttore della scenografia e produttore.

I primi film che girò vengono spesso definiti come “minimali” perché girati mediante l’utilizzo di una telecamera fissa e con immagini dilatate.

Andy Warhol era anche un amante della musica: durante la sua carriera supportò diversi artisti musicali come i Velvet Underground e Lou Reed.

Una piccola curiosità: Warhol diresse il videoclip musicale “Movie” di Loredana Bertè. I due si erano incontrati a New York e tra loro era nato un ottimo rapporto artistico.

Gli altri esponenti.

La Pop Art non ebbe un unico esponente, ma diversi.

Sei curioso di sapere quali sono i principali esponenti della Pop Art oltre Andy Warhol?

Eccoli di seguito elencati:

  • Roy Lichtenstein: pittore statunitense che lavorò principalmente nell’industria pubblicitaria (come disegnatore) e come docente universitario. I suoi enormi cartelli pubblicitari sono famosi in tutto il mondo.
  • George Seagal: scultore statunitense celebre per le sue sculture in gesso monocromo, che rappresentano scene di vita quotidiana. Nel 1957 vinse l’importantissimo Premio Nadar.
  • Claes Oldenburg: scultore di origine svedese ma naturalizzato statunitense. Realizzò le sue opere concentrandosi quasi esclusivamente sul forte consumismo moderno della società americana, in particolare quello legato al cibo.

Conclusioni.

Adesso che conosci la Pop Art ed i suoi principali esponenti, puoi pensare di visitare una galleria d’arte od un museo in cui vengono esposte le opere di questa corrente artistica!

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2015 Consorzio Universitario del Friuli