Vademecum su come investire in diamanti

diamantiAttraverso la consulenza della idclondon.net si potrà accedere a tutte le informazioni indispensabili per conoscere il mondo dei diamanti e le opportunità di investire con acquisti intelligenti e mirati. A tutti coloro che sono interessati, la lettura di questo vademecum può risultare stimolante per approfondire questa tematica.

RENDE UN INVESTIMENTO IN DIAMANTI?

Questa è la prima domanda che un potenziale investitore si pone. A differenza della volatilità di valute, azioni e titoli, i diamanti sono da classificare come bene rifugio per eccellenza dal momento che sono esenti di svalutazioni o di altri rischi legati ad una possibile malversazione, come certi episodi avvenuti nel mondo hanno dimostrato. Diciamo subito che si deve valutare questo immobilizzo di liquidi come un ombrello protettivo che lascia integro il valore del capitale investito che, a lungo tempo, si rivaluta oltre la soglia dell’inflazione. Storicamente ci sono statistiche che identificano in una media del 7%  il rendimento di queste pietre ma, a tal proposito, è bene specificare che le quotazioni ufficiali e  aggiornate non sono facilmente recuperabili e che a differenza dell’oro, il mercato di compravendita è alquanto elastico. Esiste un listino mondiale, il Rapaport che si aggiorna ogni settimana a New York ma non è facilmente comprensibile. A questo si deve aggiungere il fatto che il mercato dei compratori è un mercato particolare e non è semplice vendere un diamante senza l’ausilio di una società di consulenza.
L’unicità di ogni singolo diamante rende ancor più selettivo questo mercato che non può fare affidamento sui Market Markers, gli operatori finanziari che si occupano della compravendita di titoli in Borsa.

ACQUISTARE E VENDERE DIAMANTI

I diamanti devono essere considerati come un investimento a lungo termine destinato a rivalutarsi nel tempo come dimostrano le statistiche che specificano le performance di questo mercato tanto da essere affiancato a quello dell’oro.
Le pietre devono essere comprate solo attraverso degli accreditati operatori come idclondon.net   che sceglie e garantisce ogni gemma selezionata che deve essere accompagnata da un certificato di autenticità nel quale devono essere identificate le caratteristiche principali che sono: colore, purezza, taglio e peso (carati).

Questo certificato deve essere emesso da un Istituto Gemmologico abilitato a classificare il diamante in base alle norme definite dal Gemological Institute of America che gli istituti gemmologici internazionali prendono come riferimento. Esenti da tasse, i diamanti saranno nel futuro sicuramente un valore insostituibile per via del fatto che i giacimenti dove si trovano, non sono infiniti e che se prima erano sufficienti 250 tonnellate di kimberlite per trovare un diamante da un carato, oggi ne occorrono più del doppio a dimostrazione del fatto che queste gemme stanno diventando sempre più rare.

La continua richiesta di diamanti proveniente da Paesi emergenti come la Cina, avrà l’effetto di aumentarne in modo esponenziale il loro valore ottimizzando così l’investimento.

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2015 Consorzio Universitario del Friuli