Rc auto: quale polizza scegliere?

Ecco la fatidica domanda a cui pare davvero impossibile giungere ad una risposta! Qualcuno pensa che in questa “giungla” siano tutte convenienti o sconvenienti allo stesso modo. Ma se uno vuole veramente capirne di più, quale polizza auto deve scegliere?

Non basarti solo sul prezzo

RC auto, la più conveniente e vantaggiosa non è solo la polizza meno cara. Basarsi esclusivamente sul prezzo può portare ad ottenere degli svantaggi. Devi infatti saperti basare sul rapporto qualità/prezzo e considerare il rapporto tra premio e servizi incluse le coperture.

Massimale e franchigia, i due valori da tenere in considerazione

Nell’RC auto e moto, massimale e franchigia rappresentano i due valori da non perdere di vista. In caso di incidente, è bene andare oltre al prezzo e leggere molto attentamente le condizioni, prima di sottoscriverle.

Il massimale

Il massimale è la somma più alta che si può ottenere dalla compagnia assicurativa in caso di sinistro. Il valore minimo del massimale è stabilito per legge. Rifacendoci all’aggiornamento del 2017, la legge fissa questo valore a 1,22 milioni di euro per i danni a cose e a 6,07 milioni di euro per i danni alle persone. Questi sono valori minimi. Alle compagnie assicuratrici è permesso aumentare i valori minimi, e di conseguenza, aggiustare il valore dei premi.

Massimale più elevato

Un massimale più elevato comporta ad una premio più alto, rispetto a quello previsto dalla legge, di qualche decina di euro in più. Questo significa che in caso di sinistro, la tutela è maggiore, e sarà l’assicurazione a pagare l’importo minimo, fino a compensare il massimale stabilito.

Franchigia

E’ sempre bene verificare che sia presente anche la franchigia, ovvero, l’assicurazione in questo caso, deve rispondere ai danni che arrivano all’importo specifico. Ci sono due tipologie di franchigia: franchigia assoluta e franchigia relativa. Nel primo caso è l’assicurazione a rimborsare soltanto la parte di danno che eccede la franchigia concordata tra le parti, nel secondo caso, l’assicurazione rimborserà per intero i danni che superano la cifra indicata nel contratto.

Durata della polizza

La durata della polizza può essere annuale, temporanea o sostenibile. Sul prezzo finale incide la durata della polizza, per questo al momento della scelta dell’assicurazione, è bene considerare questo elemento. Solitamente si finisce per scegliere la durata della polizza annuale, pertanto si paga una sola volta all’anno oppure a rate.

La polizza temporanea offre una copertura assicurativa per un periodo limitato di tempo: semestre, trimestre o per un mese. Nel caso delle polizze sospendibili, la copertura assicurativa è annuale, ma l’assicurato può decidere di sospenderla nei periodi di inutilizzo del veicolo.

Come trovare l’assicurazione auto più conveniente:

chiedi preventivi gratuiti a più compagnie assicurative;

confronta le diverse assicurazioni e fai la scelta più conveniente (non guardare solo al prezzo ma anche alle condizioni)

contatta un intermediario di assicurazioni

basati sempre sulle tue necessità:

verifica i bonus che le diverse compagnie assicurative offrono;

valuta le garanzie accessorie.

La polizza più conveniente è quella che offre le giuste garanzie al giusto prezzo, per questo dovrebbero essere inserite una o più garanzie nell’RC auto.

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2015 Consorzio Universitario del Friuli