Come arredare uno stand fieristico

Ecco per te alcuni consigli di successo su come arredare uno stand fieristico ed ottenere il massimo!

Se devi allestire uno stand aziendale devi puntare sulla comunicazione ma per farlo devi partire dal concept.  Vale a dire che uno stand senza anima è un investimento che non sarà servito a nulla, per questo prima di progettare stand pubblicitari per fiere (meglio se portatili) devi sempre partire dal concept generale, dall’idea che vuoi comunicare ai visitatori che farà riferimento all’obiettivo di marketing. Trovata l’idea, puoi partire con una maggiore motivazione arricchendo con foto, video, musica, performance coordinati all’immagine generale, sempre restando nella semplicità ed evitando di essere eccessivo o ridondante. Ciò permette di creare percorso emozionale in grado di far leva sui bisogni dei clienti, attirandoli a focalizzare il brand.

Comunicazione pianificata

Passato lo step mood e il concept dello stand, occorre pianificare la promozione relativa alla partecipazione alla fiera, sfruttando gli obiettivi in base al budget a disposizione. Di fatto, forse non lo sai, o pensi che non sia un fattore determinante, ma anche i materiali che decidi di utilizzare comunicano l’anima della tua azienda, inclusi quelli che sono i  materiali pubblicitari che non devono mancare: espositori da banco, volantini e depliant, cataloghi prodotto, biglietti da visita che sfruttino le potenzialità comunicative del QR Code. Questo significa che a seconda del prodotto in promozione, occorre scegliere gli strumenti più adatti a veicolare il messaggio. Anche il gadget non è da dimenticare, d’altro canto si sa, che il regalino è sempre gradito a tutti, anzi, i clienti sono ormai abituati ad averlo e pertanto lo aspettano, non realizzare i gadget significa deluderli in qualche modo. Per non sbagliare gadget bisogna pensare al proprio target di riferimento anche se per andare sul sicuro, penne, matite, piccoli oggetti funzionali, accontentano tutti. 

Come distinguersi dalla concorrenza

Parlando di arredamento vero e proprio e soprattutto con un occhio rivolto verso le nuove tendenze, possiamo optare per l’arredamento in cartone, di veloce utilizzo, facile da montare, molto originale ed accattivante. 

L’attrazione è sicuramente un’arma seduttiva e capace di grande successo, pertanto occorre essere anche “smaliziati”, ricercare originalità e creatività anche a costi low cost, utilizzando magari elementi di riciclo, per puntare sull’anima del cliente. 

Lo spazio è sempre da tenere presente, perchè ci permette di capire quanto ci può stare, senza esagerare, senza riempire all’accesso e creare eccessiva confusione. Lo stile deve essere in linea con l’identity aziendale, ma la disposizione degli oggetti deve seguire un obiettivo commerciale. Si possono quindi realizzare dei percorsi di visita in grado di anticipare cosa si può trovare proseguendo, in modo che il visitatore sia motivato a proseguire il proprio percorso e non si convinca di aver già visionato tutto. Abbiamo detto di non riempire troppo lo stand ma almeno assicurarsi di avere arredi sufficienti per ospitare i visitatori. Per questo è sempre bene considerare in anticipo le caratteristiche e le dimensioni dei prodotti, siano alimenti, oggetti di grandi o piccole dimensioni, statue, quadri o altra tipologia. Ed il successo sarà assicurato!

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2015 Consorzio Universitario del Friuli